Doppio finale a sorpresa per la gara di Fujairah. Dopo due giorni di tempo buono, il giorno della gara finale un improvviso peggioramento delle condizioni meteo ha costretto gli organizzatori ad annullare la gara prevista per il pomeriggio e rinviarla alla mattina successiva. Il cambiamento di programma ha obbligato tutti ad un giorno di trasferta supplementare, ma effettivamente le condizioni meteomarine non consentivano di svolgere la gara in sicurezza. Raffiche di vento forte che trasportava sabbia e onde alte oltre 3 metri hanno reso in pochissimi minuti il campo gara impraticabile, mettendo a dura prova anche l’infrastruttura di terra, portandosi via ogni cosa che non fosse adeguatamente fissata.

La mattina del giorno 28 la gara si è potuta svolgere regolarmente in assoluta sicurezza in una mattinata di sole e brezza leggera. L’onda lunga rimasta ha reso la gara ancora più spettacolare regalando forti emozioni ma l’abilità dei piloti ha consentito a noi angeli di restare asciutti.

Finale con doppia sorpresa, prima per il ritiro del numero 3 (Fazza), dominatore della gara,  per un incendio ad uno dei motori, e poi per il ritiro del numero 10 (T-Bone Station) che si è vista sfuggire per un soffio la vittoria, dopo aver dominato il resto della gara dopo il ritiro di Fazza.